Collegamenti sponsorizzati

itinerari enogastronomici toscana

Itinerari enogastronomici: la tavola e l'arte toscana

Itinerari enogastronomici in Toscana: non si può andare in Toscana almeno una volta nella vita. Storia, arte e cultura si fondono insieme in un territorio baciato dalla fortuna, con spiagge e mare incantevoli e la montagna vicina per chi la preferisce. Ma la Toscana è anche famosa per la sua gastronomia: prodotti tipici e piatti locali divenuti così famosi da essere replicati ed imitati nel mondo. Così come i vini, divenuti ormai di qualità globale. Vi suggeriamo alcuni itinerari enogastronomici in Toscana se avete già pianificato un viaggio in regione, ma anche per stimolarvi a farlo se ancora non ci siete stati.

Itinerari enogastronomici: la tavola e l'arte toscana Collegamenti sponsorizzati

La Toscana è senz’altro tra le regioni italiane più belle: storia ed arte si mescolano perfettamente alla varietà del territorio, tra mare, isole e montagne, e alla ricchezza alimentare. Si sa, infatti, che questa regione ha dato un grosso contributo, come nella lingua italiana, anche alla gastronomia nostrana, tanto che molti prodotti tipici locali sono entrati oramai nella tradizione culinaria di altre regioni. Se si sta pensando di effettuare un viaggio in regione, magari a scopo conoscitivo, non si dovrebbe fare a meno di gustarsela fino in fondo, preferendo passeggiate, gite ed itinerari enogastronomici in Toscana basati sulla locale gastronomia. Un sito da cui si può prendere spunto per uno degli itinerari enogastronomici è GuidaToscana. Questo sito offre la possibilità di scoprire le feste famose della regione ed indivolio d'oliva, iduare la struttura ricettiva di cui si vuole disporre, tra agriturismi (la Toscana ne è piena),a lberghi, B&B, ma anche appartamenti (consigliabili se si è in compagnia di amici) e campeggi. Si possono quindi trarre parecchi spunti su itinerari preconfezionati, ma anche modificabili su misura. Una vasta sezione video ci darà una buona idea di cosa si può aspettare un vacanziero in Toscana. Una volta che si è deciso l’itinerario, sulla base delle preferenze artistiche o scegliendo tra mare, campagna e montagna, si può decidere di effettuare la prenotazione su questo sito, oppure ci si può affidare ad un tour operator specializzato in pacchetti turistici in Toscana (ma anche nella vicina e simile Umbria) a base di gusto e lentezza: Taste and Slow è il nome del pacchetto dedicato alla vacanza in Toscana sulla base di percorsi prestabiliti alla scoperta delle tipicità regionali. Ricchissima la sezione “esperienze” che vuole fornire al viaggiatore la massima conoscenza del territorio mediante l’apprendimento di tecniche per imparare a fare il pecorino o il raveggiolo a Pienza, o il pane casereccio, o magari diventare esperti nel fare liquori a Montepulciano, con visite all’orto e riconoscimento delle spezie indicate. Le prenotazioni si fanno direttamente sul sito. La “costa degli Etruschi”, nel cuore costiero della Toscana, è una terra di sapori tipici, oltre che di mare e spiagge. Sul sito omonimo sarà possibile pianificare dei viaggi tra i piatti tipici livornesi come il cacciucco o le triglie alla livornese o il riso al nero di seppia, oppure arrivare a Piombino per assaggiare in trattorie tipiche i frutti di mare, il polpo e il pesce azzurro. Ma la Costa degli Etruschi è anche vino e olio: il Sassicaia  per esempio, il più famoso vino italiano nel mondo, ma anche l’Ornellaia, gustabile lungo la famosa Strada del Vino Toscano , insieme a Masseto e Bolgheri Doc. Un altro sito dedicato itinerari enogastronomici in Toscana è Scoprilatoscana. La scelta è davvero vasta: si può passeggiare in bici nelle campagne senesi alla scoperta degli antenati degli spaghetti, i pici, fatti a mano e lunghi fino a tre metri; ma anche la garmugia lucchese, il piatto tipico del capoluogo, originario del seicento. Una scelta obbligata è l’antipasto toscano fatto di affettati locali come la finocchiona, salame, prosciutto e pancetta. Date uno sguardo alle varie pagine possibilmente a stomaco pieno, pena un istinto immediato alla partenza. Degli itinerari enogastronomici in Toscana pianificati per essere fatti in poche ore, anche una sola, e quindi utili per chi è in vacanza a scopo culturale, sono rintracciabili su Grifotour: che siano alla scoperta del solo vino, o del formaggio, o del tartufo sarà impossibile non cadere in tentazione. Come col salame di cinghiale di San Gimignano, la bistecca fiorentina di chianina, o l’incommensurabile lardo di colonnata. Quello che dà più nell’occhio, ad ogni modo, sono gli itinerari alla scoperta di caffè e cioccolato: addirittura si parla di una chocolate valley in Toscana nel triangolo tra Pisa, Pontedera e Prato. Perché la Toscana non è solo olio d’oliva, vino e salumi! Concludiamo con altri due itinerari enogastronomici in Toscana classici su Giroscopio: la Val di Chiana e il Chianti senese. Complete di mappe ed indicazioni stradali, ristoranti e strutture ricettive, queste due gite sono un modo per vedere e conoscere la Toscana contemporaneamente dal lato paesaggistico e da quello gastronomico. Tra panforte e pentolaccia, tortelli al tartufo nero al forno e brasato al vin santo, il Chianti senese rimarrà nella pancia, oltre che nel cuore. Non dimenticate di sorseggiare sempre uno dei famosissimi vini locali: dal Chianti classico al Rosso di Montalcino, passando per l’inconfondibile Brunello.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati
} catch(err) {}

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta